Scadenze per la P.A.

Ultimo mese Dicembre 2014 Prossimo mese
L M M G V S D
week 49 1 2 3 4 5 6 7
week 50 8 9 10 11 12 13 14
week 51 15 16 17 18 19 20 21
week 52 22 23 24 25 26 27 28
week 1 29 30 31
Home

Autoliquidazione Inail 2014/2015… si inizia!

L’INAIL ha pubblicato in data 4 dicembre 2014 la seguente nota:

“Con Determina presidenziale n. 330 del 5.11.2014 (il DM è in corso di emanazione) il termine del 16 marzo previsto per l’invio della dichiarazione delle retribuzioni è stato anticipato al 28 febbraio (29 se bisestile). Per l’autoliquidazione 2014/2015 detto termine è prorogato al 2 marzo 2015, primo giorno successivo non festivo, poiché il 28 febbraio cade di sabato. La riduzione di cui alla legge 147/2013 per l’anno 2014 è pari al 14,17% e per l’anno 2015 è pari al 15,38%. Si precisa, inoltre, che ai fini dell’art. 22, comma 2, delle MAT si considerano esercitate per un periodo non inferiore ad un anno, con applicazione quindi dell’oscillazione del tasso medio di tariffa, anche le lavorazioni – riferite alla stessa PAT – con interruzioni, purché la somma dei giorni dei periodi di osservazione raggiunga un valore maggiore di 363 giorni. Si illustrano le modifiche apportate al prospetto in relazione agli elementi necessari al calcolo del premi.”

Per visualizzare il testo “Basi di calcolo – premi” e il “Fac-simile del modello di pagamento F24” clicca qui.

Ai Ns/ utenti clienti all'Autoliquidazione INAIL ci pensa Alma!

 

Articoli recenti

Previous Next
Autoliquidazione Inail 2014/2015… si inizia!

L’INAIL ha pubblicato in data 4 dicembre 2014 la seguente nota:

“Con Determina presidenziale n. 330 del 5.11.2014 (il DM è in corso di emanazione) il termine del 16 marzo previsto per l’invio della dichiarazione delle retribuzioni è stato anticipato al 28 febbraio (29 se bisestile). Per l’autoliquidazione 2014/2015 detto termine è prorogato al 2 marzo 2015, primo giorno successivo non festivo, poiché il 28 febbraio cade di sabato. La riduzione di cui alla legge 147/2013 per l’anno 2014 è pari al 14,17% e per l’anno 2015 è pari al 15,38%. Si precisa, inoltre, che ai fini dell’art. 22, comma 2, delle MAT si considerano esercitate per un periodo non inferiore ad un anno, con applicazione quindi dell’oscillazione del tasso medio di tariffa, anche le lavorazioni – riferite alla stessa PAT – con interruzioni, purché la somma dei giorni dei periodi di osservazione raggiunga un valore maggiore di 363 giorni. Si illustrano le modifiche apportate al prospetto in relazione agli elementi necessari al calcolo del premi.”

Per visualizzare il testo “Basi di calcolo – premi” e il “Fac-simile del modello di pagamento F24” clicca qui.

Ai Ns/ utenti clienti all'Autoliquidazione INAIL ci pensa Alma!

Read more
La Funzione Pubblica dice NO agli incarichi dirigenziali ai pensionati

Il Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione ha recentemente emesso la Circolare n. 6 del 2014 avente ad oggetto “Interpretazione e applicazione dell'articolo 5, comma 9, del decreto-legge n. 95 del 2012, come modificato dall'articolo 6 del decreto-legge 24 giugno 2014, n. 90”.

L'articolo 6 del decreto-legge 24 giugno 2014, n. 90, convertito, con modificazioni, dalla legge 11 agosto 2014, n. 114, ha introdotto nuove disposizioni in materia di "incarichi dirigenziali a soggetti in quiescenza", modificando la disciplina già posta dall'articolo 5, comma 9, del decreto-legge 6 luglio 2012, n. 95, e prevedendo alcuni nuovi divieti.

La Circolare fornisce indicazioni sull'interpretazione e sull'applicazione della nuova disciplina. La volontà del provvedimento è di ridurre il numero di pensionati che ricoprono incarichi pubblici di carattere direttivo, dirigenziale e di consulenza nella pubblica amministrazione.

Si legge nella Circolare che “Il legislatore ha voluto perseguire gli obiettivi […], vietando il conferimento a soggetti in quiescenza di incarichi e cariche che, indipendentemente dalla loro natura formale, consentono di svolgere ruoli rilevanti al vertice delle amministrazioni.”

Per visionare il testo completo della Circolare indicante gli incarichi vietati e quelli consentiti clicca qui.

Read more
Pubblicazione delibere addizionale comunale all’IRPEF: termine del 20 dicembre 2014

Il Dipartimento delle Finanze ha diramato in data 11 dicembre 2014 il seguente comunicato:

“In considerazione dell’approssimarsi del termine del 20 dicembre, di cui all’art. 14, comma 8, del decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23, si invitano i Comuni che abbiano adottato una delibera di variazione delle aliquote dell’addizionale comunale all’IRPEF per l’anno 2014 a voler procedere alla trasmissione della stessa, mediante inserimento nel Portale del federalismo fiscale (www.portalefederalismofiscale.gov.it), in tempo utile per consentirne la pubblicazione - da parte del Dipartimento delle finanze - sul sito www.finanze.it entro il termine del 20 dicembre 2014. Si rammenta che la pubblicazione entro tale data è necessaria affinché le delibere in questione abbiano effetto a decorrere dal 1° gennaio 2014.”

Read more
Dal 2014 le assunzioni possono essere programmate: i chiarimenti della Corte dei Conti

La Sezione delle Autonomie della Corte dei conti, pronunciandosi sulla questione di massima, posta dalla Sezione regionale di controllo per la Basilicata con deliberazione n. 97/2014, enuncia il seguente principio di indirizzo: “Per quanto riguarda la spesa del personale si ribadisce che deve essere considerato principio cardine quello di contenimento della spesa complessiva, con riferimento a quella media sostenuta nel triennio precedente, ai sensi dell’art. 1, comma 557 e seguenti della legge n. 296/2006. Il limite di spesa per procedere alle assunzioni nel 2014 e 2015 deve essere calcolato sulla base del 60% della spesa relativa a quella del personale di ruolo cessato nell’anno precedente, mentre per gli anni successivi i limiti vengono ampliati fino al 100%. Dal 2014 le assunzioni possono essere programmate destinando alle stesse, in sede di programmazione del fabbisogno e finanziaria, risorse che tengano conto delle cessazioni del triennio”.

Per visionare il testo completo del provvedimento clicca qui.

Read more