Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare l'esperienza d'uso e a fini statistici. Proseguendo con la navigazione se ne accetta l'utilizzo.

Con l’orientamento applicativo CFL65 l’Aran esprime il suo parere in merito alla possibilità che i compensi previsti dall’art.1, comma 1091, della legge n.145/2018 (compensi derivanti dagli accertamenti IMU e TARI) siano erogati anche ai titolari di posizione organizzativa in aggiunta alla retribuzione di posizione e di risultato.

Relativamente alla particolare problematica esposta, l’Agenzia ritiene utile precisare quanto segue:

a) l’art.67, comma 3, lett.c), del CCNL delle Funzioni Locali del 21.5.2018 espressamente stabilisce che, all’interno del Fondo, le risorse variabili possono essere incrementate con quelle derivanti da disposizioni di legge che prevedano specifici trattamenti economici in favore del personale, da utilizzarsi secondo quanto previsto dalle medesime disposizioni di legge;

b) ad avviso dell’Aran, in tale ampia e generale indicazione possono essere riportati anche le risorse di cui all’art.1, comma 1091, della legge n.145/2018; infatti, sembrano sussistere entrambi i presupposti richiesti dalla clausola contrattuale: si tratta di risorse rinvenienti da specifiche disposizioni di legge ed, in base alle stesse, sono espressamente finalizzate anche al trattamento economico accessorio del personale, secondo le quantità e le modalità ivi previste.

Clicca qui per leggere l’orientamento applicativo CFL65 dell’Aran.

ANOTHER PROTON WEBSITEPICTURES BY FREEPIK